Traversata dei Re Magi

FedeGuida Uncategorized

[vc_row] [vc_column width=”1/1″][vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

…sono molto affezionato a queste montagne…

sono posti magici…

L\’altra settimana bevendo una bella birra al rifugio del Pelvoux nel Parc National des Ecrins Mario mi chiede a proposito di una bella traversata nostrana, sulle montagne di Bardonecchia. Si tratta della traversata dei Re Magi, le vette più alte della Valle Stretta…

Gli racconto che sono molto affezionato a queste montagne e che sono davvero dei posti magici con un grande ambiente…

la giornata migliora

la giornata migliora

Rientrati dalla traversata del Pelvoux sento squillare il telefono: “ciau Fede, come va? che ne dici dei Re Magi venerdì?” Ci penso un attimo, giovedì rientro dalla Barre des Ecrins…quindi venerdì… pronti via!

Questa bella traversata in ambiente tocca 6 cime, i giganti della Valle Stretta,

tra cui il Punto più a Ovest d\’Italia.

Appuntamento alle 6 a cercare un bar che ci faccia un caffè per svegliarci un po\’. Saliamo belli snelli al Col de Fontaine Froide, per poi arrampicarci su sfasciumi al Colle della GranBagna.

Qui inizia la festa infatti, legati in conserva, iniziamo questo lungo viaggio su cresta con diversi tratti di facile e divertente arrampicata.

Da qui si toccano:

  • la Gran Somma o Cime de la Planette 3104m
  • la Rocca Bernauda 3222m, punto più a ovest d\’Italia
  • Punta Baldassarre 3156m
  • Punta Melchiorre 2948
  • Punta Gasparre 2808m
  • Punta 4 Sorelle 2696m
Cavalchiamo allegri questi giganti, con sullo sfondo sempre Bardonecchia che ci osserva, ma la meteo non vuole migliorare e in lontananza vediamo arrivare il temporale. Tra questo e le gambe un po stanche decidiamo di ritornarci un altra volta e interrompiamo il nostro viaggio alla Melchiorre scendendo in Valle Stretta. Ma sempre contenti e soddisfatti!
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]